Piega a tuo vantaggio i neuroni specchio per vendere casa

Pubblicato il 11 Marzo 2019 | Autore Rolando

Si legge in 4 minuti
vendere casa piegando a tuo vantaggio i neuroni specchio

È risaputo che “lo sbadiglio è contagioso”.

Difficilmente riusciamo a resistere dallo sbadigliare anche noi quando qualcuno ci si para davanti e spalanca la bocca sfoggiando per intero la dentiera.

Questo nostro comportamento da “copioni” è dovuto all’attivazione dell’area premotoria del cervello, la quale si attiva quando compiamo un gesto, così come – allo stesso modo – si attiva quando vediamo quel gesto compiuto da altri, nonostante non siamo noi a farlo.

Questa peculiarità rappresenta il motivo che, nel 1992, ha spinto lo scienziato italiano Giacomo Rizzolati a denominare quella particolare zona cerebrale “neuroni specchio”.

“Cosa dovrebbe centrare questa cosa con me e il mio bisogno di vendere casa?”

Ce lo spiega il Dott. Giacomo Rizzolatti, neuro scienziato italiano!

Parma (1992). Insieme al suo gruppo di ricerca, Rizzolatti era impegnato nello studio del cervello dei macachi, con la speranza di scoprire il meccanismo del cervello riguardante l’organizzazione del comportamento motorio.

La ricerca procedeva molto lenta. La “vera scoperta”, il punto di svolta dello studio tardava ad arrivare. Finché non successe una cosa piuttosto bizzarra.

Faceva particolarmente caldo. Durante un normale pomeriggio, uno dei dottorandi del gruppo di ricerca, poco dopo pranzo, tornò in laboratorio con un cono gelato alla mano e si accorse che il macaco lo osservava con una morbosa attenzione.

Nel momento in cui lo studente portò il cono alla bocca per dargli una bella leccata, il monitor che rilevava l’attività della regione premotoria del cervello del macaco si attivò – bip bip bip…

Ma la scimmia era perfettamente immobile, non aveva fatto nulla!

Semplicemente osservando ciò che faceva lo studente, era come se il cervello del primate avesse mentalmente imitato il gesto.

Successivamente, altri test di laboratorio dimostrarono come questa cosa segue il medesimo meccanismo nel cervello umano.

I neuroni specchio furono ufficialmente scoperti!

“Molto carino, davvero… ma ancora non capisco cosa c’entra questa cosa con il fatto che ho da vendere casa?”

Semplice… per ridurre i tempi e alzare il prezzo di vendita di casa tua, quello che devi fare è andare a “smanettare” proprio sui neuroni specchio del tuo potenziale acquirente.

Un valido esempio di come sfruttare questo nostro “difetto di fabbrica” a nostro vantaggio, lo troviamo in un esperimento effettuato su alcune persone all’università americana UCLA.

Con l’ausilio della risonanza magnetica, gli scienziati americani hanno dimostrato come la medesima attività cerebrale si verificava in soggetti che semplicemente leggevano delle frasi, che descrivevano un’azione o una serie di azioni.

Ne hanno dedotto che per attivare i neuroni specchio allo stesso modo, per le persone è sufficiente immaginare un’azione, un gesto o un qualsiasi movimento.

L’immaginazione delle persone diventerà il tuo strumento di manipolazione mentale per scucire il maggior prezzo di vendita al tuo compratore.

Trasforma l’immaginazione del potenziale acquirente nel catalizzatore che ti permetterà di vendere casa a un prezzo folle e nel minor tempo possibile

usare l'immaginazione del potenziale acquirente per vendere casa
l’immaginazione è il miglior catalizzatore per vendere casa

Nonostante la sua immensa potenza, si tratta dello strumento di marketing immobiliare meno sfruttato in assoluto.

Roba veramente da pazzi!

Stimolare l’immaginazione del potenziale acquirente ci consente di fargli provare emozioni – positive ovviamente – che a loro volta sono l’elemento che determina la decisione finale nel processo d’acquisto.

Per fare un esempio pratico, pensa a tutte le case che sono in vendita sui portali immobiliari.

Puoi aprire e spulciare tutti gli immobili che vuoi, e quello che vedrai sarà una copia sfocata della casa in cui vivi ora.

Le persone, se devono cambiare casa – come anche tu ovviamente, prova a fare caso a questo particolare – vogliono qualcosa di meglio.

Ed è assurdo sbattersi con un trasloco, stravolgendo la routine quotidiana, se non c’è una reale ricompensa dietro a tutta la fatica

Chiunque per compiere un’azione vuole una “ricompensa”. Neppure il cane scodinzola per niente!

E una ricompensa è sempre qualcosa di buono, qualcosa che ci porta di almeno un gradino ancora più in altro sulla scala del nostro benessere personale.

E le uniche cose che sono in grado di farci stare meglio – o peggio, a seconda dei casi – sono le emozioni.

Facciamo un esempio concreto…

Ricrea l’emozione di prendere un caffè in Piazza San Marco nella vendita della casa

vendere casa con la stessa emozione di prendere un caffè in Piazza San Marco a Venezia
per vendere casa riproduci l’emozione di prendere un caffè in Piazza San Marco

Perché la gente si prende la briga di andare fino in piazza San Marco a Venezia a prendersi un caffè che pagherà 10 euro a cadauno?

Dico io… tutti abbiamo una moka o una macchinetta del caffè a casa! Potremmo bercelo comodamente svaccati sul divano mentre ci guardiamo la nostra soap-opera preferita!

Se proprio vuoi uscire di casa c’è il bar, quello con i tavolini belli al centro commerciale.

Perché torturarsi con ore di autostrada, una quarantina di minuti di strada a piedi e un ripugnante odore di pesce fresco?

La realtà, nuda e cruda, è che spendi volentieri ore del tuo tempo e 20 euro per un caffè con la morosa in Piazza San Marco a Venezia, perché ti fa stare bene:

  • 1 euro per il caffè
  • 9 euro per una singola emozione

La gente è disposta a pagare 10 volte tanto, per provare un’unica singola emozione destinata a svanire in una manciata di minuti.

Per vendere casa devi suscitare nelle persone un’emozione capace di durare per tutta una vita!

Entro e non oltre i primi 90 secondi della visita, l’immaginazione del potenziale acquirente deve visualizzarlo tra quelle quattro mura per il resto della vita.

E sei tu che devi permettere che accada! È responsabilità tua il fatto che questa persona si renda conto che casa tua è di fatto la casa dei suoi sogni.

Se non riesci in questa impresa, quella persona avrà perso la casa perfetta per sé e per la sua famiglia… e la colpa sarà solo tua!

Devi essere in grado di riprodurre l’intensità e la bellezza di prendere un caffè in Piazza San Marco, moltiplicandone la potenza di diecimila volte.

Ciò che devi fare non è vendere casa, ma le emozioni ad essa attribuite dal potenziale acquirente.

Immagini, suoni e fragranze dovranno essere in perfetta armonia per suscitare nel potenziale acquirente la giusta emozione – e abbastanza potente – che ti consenta di vendere casa

immagini, suoni e fragranze coerenti ti permetteranno di vendere casa più in fretta e ad un prezzo più alto
immagini, suoni e fragranze dovranno essere in perfetta armonia se vuoi vendere casa

Uno studio fatto da Martin Lindstrom e dalla Dott.ssa Gemma Calvert dell’Università di Oxford, ha dimostrato come suoni e fragranze siano strumenti infinite volte più potenti di quanto potrà mai essere la vista.

Se utilizzati nel modo corretto, ti consentiranno di non dover mai trattare sul prezzo di casa tua.

Dato che si tratta di vendere casa, ovviamente anche l’occhio vuole la sua parte.

Lo stesso studio dimostra che, per suscitare emozioni potenti e positive, immagini, suoni e fragranze debbano essere coerenti tra di loro.

Mentre con solo mezza virgola fuori posto, otterrai l’effetto contrario e potrai ammirare i potenziali acquirenti nella loro fuga a gambe levate.

Torniamo all’esempio di Venezia, un po’ estremo ma rende bene l’idea.

Non sarebbe un’esperienza veneziana completa senza la fragranza alla “reparto del pesce” che ti inebria dal primo passo in quegli stretti vicoli in pietra e mattoni.

Non sarebbe la stessa cosa se quelle strade sapessero di rosa.

Idem con patate accade a casa tua, ma al contrario…

Se casa tua è perfettamente allestita per la vendita, con un sound delicato che si adatta egregiamente al contesto…

…e un odore di pesce che invade le narici dei visitatori, capisci che la cosa stona abbastanza!

In conclusione…

Ambienti che presentano al visitatore immagini, suoni e profumi coerenti riusciranno sicuramente a distinguerti tra la massa informe di case in vendita che popolano il mercato immobiliare.

Lascerai un segno nella mente delle persone e sarà di te che si ricorderanno, tra le migliaia di immobili in vendita.

Peccato però che il nostro scopo non è quello di essere ricordati, ma vendere casa tua prima ancora che il visitatore concluda la visita.

E la manipolazione mentale è ciò che meglio si presta a tale scopo!

Un Percorso Persuasivo© appositamente studiato è ciò che serve per manipolare le percezioni del potenziale acquirente e piegare a tuo vantaggio le sue emozioni – per vendere casa a colpo sicuro, ad un prezzo folle e senza perdere ulteriore tempo.

Dopo tutta sta manfrina, spero tu abbia capito che per vendere casa devi diventare maestro della manipolazione sensoriale, che ti permetta di servirti dei meccanismi della mente umana come meglio credi, facendo fare alle persone quello che più rispecchia i tuoi interessi.

Come se fossi un Mangiafuoco con le sue marionette!

Se per qualche ragione, tutto questo ti creasse qualche problema, un conflitto interno, o cose simili e non te la senti proprio di manipolare la mente e le emozioni delle persone…

NESSUN PROBLEMA!

Ci occuperemo di tutto noi!

Lascia i tuoi dati qui sotto con una breve descrizione delle tue necessità e sarai contattato entro 24 ore!


INDICA L'ORARIO IN CUI PREFERISCI ESSERE CONTATTATO


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 commenti

Post Recenti

Commenti Recenti

Rolando

Questo genere di complimenti fanno sempre piacere e sono decisamente molto graditi!! Grazie mille Rossella!! Per quanto…

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Rossella Caneschi

Complimenti per l'articolo, è dinamico e incentiva alla lettura oltre alla voglia di cercare subito opportunità immobiliari. Volevo…

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Rolando

Si riporta tale possibilità nell'art. 7, commi 1 e 2, della legge 23.12.1998 n. 448! Puoi trovare a questo…

Dall'articolo: Credito d’imposta riacquisto prima casa 2019

gerardo tribuzio

Riguardo al credito di imposta eccedente, (poiché l'imposta di registro pagata nel 1 acquisto prima casa è stata superiore…

Dall'articolo: Credito d’imposta riacquisto prima casa 2019

Rolando

Buongiorno Massimiliano! Dipende dalla situazione... nell'articolo sono riportati i possibili scenari per il possibile recupero delle imposte. Se…

Dall'articolo: Credito d’imposta riacquisto prima casa 2019

Torna su

© Copyright 2018 CasaRevolution | CasaRevolution di Rolando Pollastri - via IV Novembre, 2 - 20060 Trezzano Rosa (MI) | P.IVA: 10088050967 - C.F.: PLLRND84H19C523O | Privacy e Cookie Policy | Tutti i diritti riservati


CHIUDI