Come ottenere un profitto da una casa invenduta da tempo

Pubblicato il 26 Novembre 2018 | Autore Rolando

Si legge in 4 minuti

Negli ultimi anni, nonostante siano stati confermati i segni di una ripresa, innumerevoli sono ancora gli immobili invenduti e fermi sul mercato immobiliare da molto tempo (dati FIAIP).

Tempo che si traduce in una scomoda spesa superflua sotto forma di tasse di proprietà, spese condominiali e altro ancora.

Questo è un problema che ha spinto molti a cambiare i propri programmi, valutando l’idea di mettere a reddito il proprio immobile nell’attesa che si riesca finalmente a vendere.

L’affitto breve è la formula ideale da adottare per generare una rendita da locazione mentre si tenta di vendere casa.

Nessun preavviso per la risoluzione anticipata del contratto di locazione e brevi periodi di occupazione sono le condizioni ideali nel caso arrivasse all’improvviso qualcuno con l’intenzione di farti un’offerta d’acquisto che non potrai rifiutare.

Questa semplice ma astuta mossa genera, non uno, non due, ma ben 3 benefici non indifferenti:

  1. Si abbattono le spese di proprietà ottenendo un ottimo margine di guadagno attraverso il canone di locazione
  2. Esistono professionisti che si occupano dell’intera gestione e di ogni aspetto dell’affitto breve, permettendo al proprietario di automatizzare tutto quanto senza dover fare più nulla
  3. L’immobile preparato per un affitto breve si presenta egregiamente anche per la vendita
  4. Se l’acquirente è una persona che vuole comprare per investimento si ha un’arma in più per giustificare il prezzo al quale si vende, ovvero i guadagni documentati derivanti da un affitto breve e attualmente attivo

Esplodiamo uno per uno questi tre punti per capirne meglio le motivazioni.

1 – Abbattimento delle spese e generazione di una rendita dorata

immagine di Deputy

L’affitto breve non è come il più conosciuto affitto cosiddetto “tradizionale”.

Non si parla dell’usuale 4+4 e neppure di un affitto stagionale – o transitorio – di 12 o 18 mesi. I periodi sono solitamente inferiori ai 30 giorni, aspetto cruciale che ti esenta dal dover registrare ogni singolo contratto di locazione all’agenzia delle entrate.

Il pagamento è rigorosamente anticipato. Finché non avviene il saldo dell’intera somma per il periodo richiesto, nessuno potrà accedere al tuo appartamento ancora invenduto.

Il prezzo per locare un immobile per pochi giorni è notevolmente più alto rispetto ad un canone di locazione tradizione.

Per darti un’idea dei numeri potenziali, un appartamento che affittabile a 500÷600 euro al mese, in affitto breve varrebbe dalle 50 alle 100 euro AL GIORNO!

Hai capito bene, al giorno!

Normalmente un professionista di questo particolare settore garantisce un’occupazione minima di 20 giorni al mese, il che si traduce in un entrata che oscilla tra le 1.000 e le 2.000 euro al mese (a seconda della zona e del periodo dell’anno in relazione anche alla città ed eventuali eventi più o meno rilevanti in zona)

Per realizzare un simile scenario il tuo appartamento dovrebbe tramutarsi in una sorta di bed and breakfast. Con check-in e check-out quasi giornaliero, presa prenotazioni, cambio biancheria, pulizia e controlli vari.

Insomma, un lavoro a tutti gli effetti…

Ed è qui che entrano in scena persone che si occupano della gestione di questi immobili secondo questa modalità.

Si tratta di figure professionali nuove e tutt’ora non hanno un proprio nome definito, ma si occupano della…

2 – Gestione di ogni aspetto dell’affitto breve

A fronte di una percentuale del fatturato derivante dall’affitto del tuo appartamento ancora invenduto, queste persone automatizzeranno completamente il tuo micro-albergo.

Sono organizzati con squadre di collaboratori che si occupano di tenere la tua casa sempre pulita e in perfette condizioni.

Pensa solo che ad ogni singolo check-out – oltre agli addetti alle pulizie – passa una persona preposta al controllo di ogni minima cosa presente nel tuo appartamento. Se anche una sola lampadina non funziona si occuperà di sostituirla in modo da garantire a chi entra il massimo comfort e la migliore esperienza possibile.

Ciò significa che nonostante l’enorme via vai di gente, casa tua sarà sempre in condizioni impeccabili!

Inoltre hanno le competenze adatte per consigliarti l’allestimento che il tuo immobile DEVE avere per essere il più appetibile possibile in un’ottica di affitto breve.

Un’attenta disposizione dei mobili, la scelta dei colori e altro ancora sono tutti elementi fondamentali che faranno la differenza sia nell’affitto breve che nella vendita.

3 – La preparazione dell’immobile

esempio di home staging per la vendita o l’affitto di un appartamento di pregio – immagine di Ruang Tamu

Di fatto, un immobile – anche se invenduto da tempo – se presentato bene si vende 8 volte più velocemente.

Inoltre il semplice fatto che il tuo immobile venga areato e pulito di continuo ti consente di ottenere un forte impatto emotivo sulle persone che lo visitano, spronandole a fare una proposta.

Per fare ciò è necessario ricorrere ad una tecnica che solo negli ultimi tempi sta iniziando a prendere piede nel Bel Paese: l’Home Staging.

È un concetto basato sul fatto che la casa è un bene prezioso e come tale dev’essere valorizzata prima di essere messa in vendita.

Consiste nella “preparazione scenica” della casa per valorizzarla, creando ambienti armonici e neutri che catturino il visitatore, ma che lascino al contempo spazio al suo bagaglio di emozioni personali.

Un intervento di Home Staging professionale eseguito a regola d’arte, può facilmente concludere la vendita di un immobile invenduto, magari da anni, nell’arco di pochi giorni.

Potrei continuare a parlare per ore dei meccanismi persuasivi alla base del concetto di Home Staging. Si tratta di un argomento troppo complesso per approfondire il concetto all’interno di questo articolo, ma se vuoi scavare più a fondo in quest’argomento puoi trovare una spiegazione più dettagliata in questo articolo dove spiego come approcciarsi allo staging per la vendita immobiliare.

4 – Attira l’attenzione degli investitori

gli investitori immobiliari sono attratti dal guadagno che un appartamento può generare con un affitto breve – immagine di YourStory

Attirare l’attenzione degli investitori è sicuramente una carta da giocare se vuoi vendere casa.

Un investitore dispone dei capitali necessari, liquidità immediata. Non deve perdere tempo andando in banca a chiedere un mutuo. E cosa più importante non ne farà perdere a te.

Anche se possiedi un immobile che è rimasto invenduto per diversi anni, un home staging orientato all’affitto breve ti dà la possibilità di ottenere maggiore interesse da parte di un investitore che nel giro di poco tempo potrebbe farti la proposta che da anni stavi aspettando.

Inoltre, appoggiarti ai professionisti appena citati per proporlo con la formula dell’affitto breve, ti darà la possibilità di far parlare i numeri al tuo posto.

Sono proprio i numeri che un investitore immobiliare vuole vedere, e lo storico delle rendite da locazione rappresenta una certezza per chi compra.

Mostrare numeri reali invece che mere proiezioni di potenziali guadagni, fa la differenza tra il giorno e la notte. Meglio se la rendita è attiva al momento di una eventuale compravendita.

Conclusioni

Come hai potuto vedere, con pochi semplici passi siamo passati dall’andar di notte coi fari spenti, ad avere un’autostrada sgombra, ben illuminata e con i caselli spalancati.

Ti basta fare queste 3 semplici cose:

  1. Preparare la casa
  2. Affittarla con una formula a breve termine mentre aspetti che sia venduta
  3. Proporla ad investitori con tanto di numeri alla mano

Se inoltre affidi la vendita ad un vero esperto del settore immobiliare riuscirai anche a mettere il turbo e potrai percorrere quell’autostrada che hai appena costruito a piena potenza, lasciando a bocca aperta e increduli tutti gli immobili della concorrenza.

E se non sai come individuare un bravo Agente Immobiliare e hai paura di cadere nelle grinfie di un millantatore inetto e incompetente, non c’è problema!

In questo articolo trovi una vera e propria procedura per sotterrare i Falsi Professionisti ed individuare un abile professionista del settore in grado di farti ottenere i risultati che da tempo immemore vuoi ottenere.

Se invece preferisci un approfondimento personalizzato in merito a ciò che hai appena letto, non esitare a…

Lascia i tuoi dati qui sotto con una breve descrizione delle tue necessità e sarai contattato entro 24 ore!


INDICA L'ORARIO IN CUI PREFERISCI ESSERE CONTATTATO


Oppure, se stai leggendo dal cellulare clicca direttamente sull’icona a forma di vignetta che trovi in alto a destra sulla fascia colorata e potrai parlare immediatamente con un esperto di CasaRevolution.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 commenti

Post Recenti

Commenti Recenti

Rolando

Grazie mille per i complimenti, fanno sempre piacere!!! Ovviamente Milano, Roma e Torino non sono le uniche…

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Elia

Complimenti per l'articolo. Conoscevo già i concetti espressi ma il modo simpatico e dinamico per descriverli è pagante. Ho…

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Rolando

Ciao Davide. Se ho capito bene, più che in merito al conto economico, la domanda riguarda la valutazione dell'immobile oggetto…

Dall'articolo: Creare un conto economico immobiliare in modo rapido e semplice

davide

Buona sera, io ho sul mio excel: -mq -prezzo -valore al mq…

Dall'articolo: Creare un conto economico immobiliare in modo rapido e semplice

Giuseppe

Grazie Rolando per la risposta molto esaustiva e per gli ottimi spunti

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Torna su

© Copyright 2018 CasaRevolution | CasaRevolution di Rolando Pollastri - via IV Novembre, 2 - 20060 Trezzano Rosa (MI) | P.IVA: 10088050967 - C.F.: PLLRND84H19C523O | Privacy e Cookie Policy | Tutti i diritti riservati


CHIUDI