Come ottenere il mutuo anche se la banca lo ha rifiutato

Pubblicato il 3 Dicembre 2018 | Autore Rolando

Si legge in 3 minuti

Vuoi comprare casa, ma devi chiedere i soldi a una banca accendendo un mutuo con tanto di ipoteca sulla casa che andrai a comprare?

Ebbene, ci sono alcune cose che è meglio sapere PRIMA di andare a farsi qualche giretto in banca per iniziare a informarsi.

Quindi… prima di sostituire i giretti nei centri commerciali con i tour de force per banche e istituti di credito, mettiti comodo e leggi per bene quello che sta per arrivare. Vuoi sapere perché?

Perché a questo giro sarai tu che lo metterai in quel posto alle banche, e non il contrario!

A tal proposito ti racconto una vicenda successa ad una persona nel milanese non troppo tempo fa.

La vittoria di Mario contro la banca che aveva rifiutato il mutuo

compiacimento e soddisfazione per l’ottenimento del mutuo – immagine di Award List

Il sogno di Mario

Mario aveva un sogno. Il sogno di comprarsi una casa, nella quale vivere con la sua famiglia, crescervi i suoi figli. Nella sua mente, l’immagine dei suoi figli che muovevano i loro primi passi e lo chiamavano papà era nella propria casa, non in un qualsiasi immobile in affitto.

Ma un muro si erigeva alto a dividerlo dal suo sogno. Un ostacolo di nome Mutuo.

Al momento propizio, Mario iniziò ad esplorare le migliaia di prodotti finanziari che ogni singola banca conosciuta e sconosciuta aveva da offrire.

Una volta individuata la casa e l’offerta di mutuo più confacenti alle sue necessità, arrivò finalmente anche per lui il momento di pagare il perito della banca per accedere al credito necessario per procedere  con l’acquisto.

Si trattava di uno splendido attico nella ridente località di Peschiera Borromeo, a pochi chilometri da Milano, ad un prezzo più che onesto per quelle che erano le condizioni del mercato immobiliare locale di quel periodo.

Un sogno infranto da un mutuo rifiutato

Una volta ricevuta la stima del perito, la banca pubblicò il suo verdetto:

Mutuo rifiutato!

Il perito sguinzagliato dall’istituto di credito, aveva espresso il suo parere professionale valutando l’immobile scelto da Mario e famiglia 125.000 euro.

Ben 15.000 euro al di sotto del prezzo richiesto per l’acquisto.

Ma Mario non volle darsi per vinto. Anzi…

Mario si era sempre distinto per la grinta, l’intraprendenza e lo spirito di iniziativa. Iniziò immediatamente a cercare una soluzione che avrebbe fatto valere le sue ragioni.

Ragioni ben vedute, dato che – vuole il caso – il padre di Mario è un agente immobiliare che ancora esercita proprio sul territorio di Peschiera Borromeo, il quale l’aveva rassicurato nei confronti del prezzo dell’agognato attico, dichiarando che si attestava tra i 135 e i 145.000 euro.

Cosa fece Mario quindi?

Perizia Giurata contro Perizia della banca

Mario ricevette per puro caso da un conoscente il contatto di Guido – il nostro esperto di contenzioso legale immobiliare, nonché consulente tecnico d’ufficio (CTU) del Tribunale di Milano – in qualità di possibile soluzione al problema sorto con l’insensibile direttore di banca.

Forte della certezza riguardo al reale valore della casa desiderata, richiede a Guido una Perizia Asservata con Giuramento.

Con un documento di valenza legale e probatoria come quello, avrebbe potuto contestare con successo la perizia spannometrica redatta dal perito nominato d’ufficio dalla banca.

Fatte le sue valutazioni, Guido consegnò il documento con tanto di giuramento a Mario che con aria soddisfatta s’impettì di fronte al padre mostrando che il nostro CTU aveva azzeccato in pieno il valore che loro stessi avevano inizialmente ipotizzato.

La vittoria di Mario

A seguito di un ricorso formale con Perizia Giurata allegata, la banca decise di avvalersi di un secondo parere professionale da parte di un perito fidato, differente da quello della perizia contestata.

Ne risultò una pesante incongruenza dovuta alla scarsa professionalità del primo perito, che portò quindi alla rettifica della precedente valutazione immobiliare e alla concessione del mutuo.

Mario aveva vinto!

Come fare per avere la certezza di ottenere il mutuo?

La storia di Mario purtroppo NON è la regola, ma l’eccezione!

Il vero problema è che le banche sono degli istituti privati. Ciò significa che – a prescindere dall’evidenza dei fatti – possono comunque rifiutare l’accesso al credito a chiunque e a loro discrezione.

La decisione di concedere un prestito o un mutuo, oltre che sulla base dell’analisi dei numeri, viene presa avvalendosi di istituzioni e documenti redatti da persone che possono esprimersi per pareri oltre che attraverso asettiche regole matematiche (o essere semplicemente degli incompetenti come nell’esempio di Mario).

È inoltre discrezione sempre della banca accogliere un ricorso o una lamentela in merito ad argomenti come quello appena visto, indipendentemente dal fatto che si sia in possesso di un documento come una Perizia Asservata con Giuramento a supporto della contestazione.

Perché cose come questa sono possibili?

Perché le banche, come ogni altra azienda privata, possono decidere con chi lavorare e con chi non lavorare. Inoltre quello che vogliono è esclusivamente salvaguardare i propri interessi.

E come lo fanno? Nominando dei professionisti a loro fidati per redigere perizie e valutazioni di qualsivoglia genere.

La banca si fida esclusivamente dei propri periti, che sono a tutti gli effetti collaboratori fidati che agiscono esclusivamente negli interessi della banca che li ha incaricati.

Quindi cosa significa?

Che devo avere fortuna e sperare che chi è preposto alle verifiche lavori come si deve?

Certo che no!

Esiste una procedura ben precisa per ottenere un mutuo senza problemi e senza perdite di tempo e soldi (ogni volta che un perito mette piede fuori dalla banca per tuo conto, TU PAGHI). Una formula che ti consentirebbe di accedere al credito alla velocità della luce.

E il nostro Guido è ben disposto a condividerla con te anche subito!

L’unica cosa che devi fare per noi è lasciare i tuoi dati qui sotto per essere contattato da lui direttamente!

Oppure, se stai leggendo dal cellulare clicca direttamente sull’icona a forma di vignetta che trovi in alto a destra sulla fascia colorata e potrai parlare immediatamente con un esperto di CasaRevolution che potrà immediatamente darti dei consigli utili in merito alla tua situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 commenti

Post Recenti

Commenti Recenti

Rolando

Grazie mille per i complimenti, fanno sempre piacere!!! Ovviamente Milano, Roma e Torino non sono le uniche…

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Elia

Complimenti per l'articolo. Conoscevo già i concetti espressi ma il modo simpatico e dinamico per descriverli è pagante. Ho…

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Rolando

Ciao Davide. Se ho capito bene, più che in merito al conto economico, la domanda riguarda la valutazione dell'immobile oggetto…

Dall'articolo: Creare un conto economico immobiliare in modo rapido e semplice

davide

Buona sera, io ho sul mio excel: -mq -prezzo -valore al mq…

Dall'articolo: Creare un conto economico immobiliare in modo rapido e semplice

Giuseppe

Grazie Rolando per la risposta molto esaustiva e per gli ottimi spunti

Dall'articolo: Il Trading Immobiliare per guadagnare con le case nonostante la crisi

Torna su

© Copyright 2018 CasaRevolution | CasaRevolution di Rolando Pollastri - via IV Novembre, 2 - 20060 Trezzano Rosa (MI) | P.IVA: 10088050967 - C.F.: PLLRND84H19C523O | Privacy e Cookie Policy | Tutti i diritti riservati


CHIUDI